#AleVale&SamiToCapeTown-Day7: in viaggio verso casa

Non si può descrivere il magone che mi è preso stamattina. Passa tutto in fretta, sveglia, colazione, check-out, ma il pensiero di dover tornare a casa mi deprime.

Con i nostri piacevolissimi compagni di viaggio, un valore aggiunto alla nostra già splendida esperienza, carichiamo i bagagli in auto e facciamo un giro alla ricerca degli ultimi souvenir al porto.

Andiamo a trovare le foche vicino l’imbarco per Robben Island e facciamo un salto da Mug&Bean, fantastico posto per bere un caffè come si deve, quindi ci incamminiamo verso l’aeroporto con largo anticipo, temendo la solita lunga coda di traffico.

Jpeg

DSC_0373 (1)

La foto è di Fabio e Francesca.

Piove, come nei più classici degli addii, ma in cuore nostro lo sappiamo che questo è solo un arrivederci.

 Il Sudafrica mi ha completamente rapita, conquistata.

Valerio era stato tante volte a Johannesburg e aveva provato a raccontarmi le sue emozioni, ma come spesso succede alcune esperienze bisogna viverle in prima persona per capire.

Questo sarà un arrivederci perché vogliamo assolutamente tornare quando Samuele sarà più grande per gustarci con lui l’avventura di un safari.

Vogliamo tornare perché una volta che hai conosciuto questa natura, questi paesaggi, non puoi più farne a meno.

Perché di questa terra e del suo popolo non ne hai mai abbastanza e, se malauguratamente fosse così, significherebbe essere stanchi di tutta la generosità e il calore che un essere umano può offrire, capace di condividere tutto o niente, se niente è l’unica cosa che possiede.

Torneremo in Sudafrica e a Cape Town con Samuele più grande, perché piuttosto che avere un’infarinatura generale (che per carità, meglio che niente), ci piacerebbe approfondire.

Passare più tempo a Capo di Buona Speranza, magari salendo fin su al faro (troppo impegnativo a piedi e con il bambino in braccio..), andare a gustare vino alle Winelands, visitare Robben Island, passeggiare lungo la Beach Drive, seguire allo stadio una partita degli Springbok, la loro coloratissima squadra di rugby, ascoltare un concerto dal vivo al Kirstenbosch…

Pensiamo che tornare a Cape Town sia inevitabile. Non per niente è la Mother City. E uno da una madre, prima o poi, torna sempre.

Giorno 0: in viaggio verso il Sud Africa

Giorno 1: Victoria&Alfred Waterfront

Giorno 2: Western Cape&Cape of Good Hope

Giorno 3: Table Mountain e il calore del popolo africano

Giorno 4: Long Street, BoKaap e Waterfront

Giorno 5: Chapman’s Peak

Giorno 6: Kirstenbosch