#AleAndValeOnHoneymoon: Nuova Zelanda e Creta

Sei mesi fa, poco dopo l’apertura del blog, avevamo scritto un articolo che nacque come una sorta di richiesta di aiuto alla comunità di viaggiatori nella speranza di far luce su quale destinazione scegliere per la nostra luna di miele e -perché no?-conoscersi meglio prendendo il viaggio di nozze come pretesto: #WhatAboutYourHoneymoon?

In quell’articolo vi abbiamo raccontato un po’ di noi, del nostro modo di viaggiare, di come, seppur nella confusione totale, abbiamo scartato da subito i tour organizzati dalle agenzie di viaggio, rimarcando la nostra necessità di far tutto da soli, l’unico modo, a nostro avviso, per personalizzare davvero un viaggio, anche se richiede molto più tempo e fatica.

Avevamo scartato anche le crociere, viste sempre come tipologia di vacanza per persone, diciamo così, più agèe, anche perchè l’unica che ci attira davvero è quella tra i Fiordi norvegesi, ma anche qui il dubbio è sempre lo stesso: davvero si riuscirà a vedere qualcosa o si farà solo vita da albergo galleggiante con pochissimo tempo a terra per gite ed escursioni?

Tuttavia, se qualcuno vorrà intervenire per sfatare questi nostri pregiudizi rimaniamo in totale ascolto.

Dopo aver passato nottate intere davanti a una mappa geografica, saltellando da un continente all’altro (cosa che ci ha divertito non poco, diciamolo..magari potesse essere sempre così..), vi annunciamo con gioia (e con un bel carico di emozione) che la nostra prossima avventura targata #Honeymoon sarà in Nuova Zelanda e a Creta!!!

Una luna di miele in due tappe. Due settimane durante le quali io e Valerio esploreremo in totale autonomia la Nuova Zelanda in un road trip che avrà  come protagonista l’isola nord e un po’ di quella sud, per poi tornare, sostituire i maglioni con pinne, fucile ed occhiali e ripartire, stavolta con il nostro bimbo, alla volta di Creta per una settimana.

A malincuore abbiamo rinunciato all’idea di portare Samuele con noi in NZ, ma quelle quasi 30 ore di volo ci hanno parecchio scoraggiato. Non tanto per lui, che comunque già a Cape Town aveva dato prova di grande resistenza, quanto per noi. Non poter chiudere occhio e stare sempre attenti per controllare le esigenze del piccolo credo ci avrebbe ben presto portato a un esaurimento nervoso, considerando anche l’importante fuso orario. Inoltre, e questo probabilmente è il motivo principale, la Nuova Zelanda offre tante opportunità di fare attività outdoor che non sono molto adatte a un bambino di 16 mesi, considerando che lì è anche inverno. Pensiamo ad esempio alle gite in kayak nell’Abel Tasman National Park o all’escursione a piedi sul Monte Tongariro (o Monte Fato per gli amanti della saga del Signore degli Anelli), che ci piacerebbe moltissimo provare.

E così, dicevamo, seppur a malincuore, abbiamo deciso di partire per due settimane da soli, come i vecchi tempi 😊.

Menzione d’onore comunque va fatta per la nonna. Senza di lei e la sua infinita disponibilità tutto questo non sarebbe stato possibile. Ma che mondo sarebbe senza i nonni (o almeno, i nonni che vogliono davvero rendersi utili ed essere partecipi attivamente alla vita e crescita dei nipoti? Perché va fatto un distinguo… 😁)?

C’è molta attesa anche per Creta, che non deve passare per la Cenerentola della situazione. Dai forum e i blog consultati ci è sembrata una vera bellezza, con molte cose da fare e vedere,  ideale per  coppie e famiglie e soprattutto a poche ore di volo da Roma, niente scali e mare cristallino. Abbiamo trovato un albergo bellissimo (speriamo lo sia davvero), e molto più comodo rispetto alle stamberghe dove siamo soliti alloggiare. Ma volevamo avere una parvenza di luna di miele e visto che gli hotel scelti per la NZ sono piuttosto  spartani, ci siamo detti che si vive una volta sola, ancora di più in viaggio di nozze 😉.

Ovviamente vi racconteremo tutto con foto e itinerari attraverso i social, soprattutto Instagram, il nostro preferito, con l’hashtag #AleAndValeOnHoneymoon.

Ah, dimenticavamo… Ci sposiamo domani… Fateci un grosso in bocca al lupo, gente, che qui l’ansia la sta facendo da padrona!

Ciao a tutti, a presto! 🙂