Next Stop: Copenhagen

E finalmente arrivò l’autunno. Odore di legna che arde nei camini e mosto d’uva nell’aria. Aaaah.

Ebbene sì, faccio parte di quella stretta minoranza di persone che al solleone estivo preferisce il calore delle foglie infiammate di rosso e di giallo in questa magica stagione. Che ad una giornata a prendere funghi in spiaggia.. preferisce andare a raccoglierli durante una sana passeggiata in montagna 😁

L’autunno invita a ritmi morbidi e non è un caso che mi sia presa una pausa dal blog proprio in questo periodo.

Il non pubblicare sul blog ha coinciso con una mia poca predisposizione, complice un periodo non proprio facile nel quale sto cercando di fare ordine, soprattutto con me stessa e con certe situazioni divenute insostenibili, di irrobustire quella corazza che, col tempo e i troppi colpi assestati, improvvisamente si è fatta più sottile e meno resistente.

Io, purtroppo o per fortuna, riesco a parlare di viaggi solo quando sto bene. Non credo al viaggio come fuga, tutte chiacchiere… La verità prima o poi presenta il conto e bisogna saperla affrontare. E scrivere di viaggi solo perché “bisogna aggiornare il blog” non ha veramente senso.

Quindi perdonate l’assenza, ma non riesco a fare altrimenti quando la prima vera assente sono io.

Ci vuole tempo per queste cose e pazienza. In questo momento mi sento come un campo a maggese, che viene lasciato a riposo durante i mesi autunnali (non a caso) proprio per diventare ancora più produttivo l’anno venturo.

È una promessa che ho fatto a me stessa e ai miei cari, mio figlio per primo.

Ed è con questo rinnovato entusiasmo che affronterò la prossima partenza.

Ad essere sinceri LE partenze, perché ce ne sarà un’altra a dicembre, ma per il momento vorremmo svelarvi solo quella più prossima e vicina.

Copenaghen ci aspetta e semplicemente non vediamo l’ora!

Non so spiegarvi quanto sia emozionata all’idea di un nuovo viaggio di famiglia…

Andremo per un weekend a ottobre, in occasione dei nostri compleanni, tre giorni effettivi in cui cercheremo di vedere il più possibile. E come succede sempre alla vigilia di un nuovo viaggio, stilo la lista dei miei personali must do:

Mi auguro di poter stare molto all’aria aperta (chissà se il tempo sarà clemente…qualcuno di voi è stato in autunno e sa darci informazioni al riguardo?) perché dalla guida ho letto che la capitale danese è piena di bei parchi e giardini e spazi espositivi, anche gratuiti.

Vorrei vedere la Sirenetta e capire se è così deludente come mi hanno detto.

Assaggiare la cucina danese, soprattutto gli Smorrebrod, di cui ho tanto sentito parlare.

Fare un itinerario per la Copenhagen più moderna e avanguardista, quella delle architetture hi-tech e di design.

Ripercorrere le location scelte per il film The Danish Girl (adoro Eddie Redmayne), come questo villaggio di pescatori qui:

nyboder.jpg

Nyboder (Google Images)

Mi auguro di non tornare completamente al verde visti i prezzi…Pensavo fosse un luogo comune, invece già in fase di prenotazione… “c’è del marcio in Danimarca!”

Dite che è troppo in soli tre giorni? 😉

Ovviamente ci aspettiamo tutti i consigli di chi già ci è stato.

Avete locali, mercati, negozi, quartieri imperdibili e chi più ne ha più ne metta da suggerire?

Noi siamo qui, tutto orecchi.

Scriveteci nei commenti o, se avete articoli al riguardo, postateci i link. Li leggeremo volentieri!

Grazie a tutti e a presto!  😊