#TravelDreams2017

Mi fa sempre un po’ effetto quando si avvicina questa parte dell’anno.

È come se si corresse senza sosta per 12 mesi e poi, di colpo, ci si fermasse per prendersi del tempo, per qualche riflessione, per qualche bilancio.

Questo dei #TravelDreams è un rito propiziatorio al quale ci stiamo affezionando.

È il secondo al quale partecipiamo. L’anno scorso, ad appena due mesi dall’apertura del nostro blog, abbiamo scritto questo articolo di getto, impacciati, come ancora oggi ci sentiamo.

Quella sensazione non è cambiata. Quello che ci ha cambiato sono tutte le esperienze che questo 2016 ha portato con sé.

L’anno che tra qualche settimana ci lasceremo alle spalle potremmo descriverlo in due parole: rivoluzionario dal punto di vista personale, alla continua e spesso non facile ricerca di sé, e (passatemi il termine, dopo petaloso forse ce lo possiamo permettere)”viaggioso“.

La prima parte dell’anno ci ha visto in piena frenesia da organizzazione matrimonio il quale, essendo stato celebrato a giugno in Toscana, ci ha “costretti” a fare un piacevole su e giù tra Val d’Orcia, Maremma e Cortona.

valerioalessia_0552

La Grande Bellezza e il Grande Disagio in un’unica foto

Il 2016 ha visto il primo compleanno del nostro bambino a marzo, una lunga luna di miele per noi due in Nuova Zelanda (con un pizzico di Dubai) e una più breve in tre a Creta.

Abbiamo strappato un weekend non preventivato a Copenhagen e ben due viaggi di lavoro di Vale. Uno a Lussemburgo, con tanto di mercatini di Natale, l’altro a Cape Town, dove siamo andati anche io e Sami, un viaggio tra i più belli che abbia mai fatto tanto da aver quasi fantasticato, un domani, di trasferirmi lì.

E tra qualche giorno partiremo di nuovo, destinazione San Francisco, per riabbracciare il mio cognatino 🤗

Cosa ci auguriamo per questo 2017?

A livello di viaggi sicuramente tanta, tanta Italia.

Ci piacerebbe tornare a Napoli, fare un bel giro della Sicilia, vedere i Sassi di Matera, andare a Torino, tornare nel Parco del Gran Paradiso e in Trentino, visitare Bologna e fare un tour enogastronomico in Emilia-Romagna.

In Europa, come desideri irrealizzati, resta sempre forte l’attrazione per Mosca e San Pietroburgo, di pari passo all’Islanda.

Con non mai questo anno siamo affascinati dalle atmosfere delle Cotwolds, la campagna inglese che più classica non si può. Un weekend che poi non siamo riusciti a organizzare per scarsa disponibilità di posto (e prezzi non proprio alla nostra portata) è bastato per inserirle prepotentemente tra le mie idee fisse, di quelle che difficilmente se ne andranno.

cotswolds_cnt_6nov09_istock_b

Google Immagini

Quest’anno ci è venuta voglia di Lisbona, a furia di leggere articoli al riguardo (direi che è stata davvero la destinazione del 2016), e di tanto est europeo.

I racconti su Albania,  Balcani, Georgia di Giulia di Viaggiare con gli Occhiali, il tour in Romania dei ragazzi di In World’s Shoes e, non da ultima, la Cracovia raccontata da  Orsa nel Carro, ci hanno incuriositi a tal punto da voler inserire tutta questa zona della quale non conosciamo un bel nulla tra i nostri Dreams.

Per questo anno nuovo ci auguriamo di fare montagna, tanta montagna.

Ci piacerebbe andare in Svizzera, non importa se sotto la neve o no. L’anno scorso l’abbiamo solo attraversata in macchina e quello che siamo riusciti a vedere tra Lugano e il Passo del San Bernardino ci ha talmente incantati da voler approfondire. Costi (proibitivi) permettendo…

DSC_0056DSC_0067Tra le località “nostrane”sarebbe bello curiosare tra i mercatini natalizi di Merano, Bressanone, Rovereto, vedere dal vivo il Lago di Braies, sempre e solo visto in foto, che già così sembra uscito da un libro di fiabe.

download-1

Google Immagini

Anche l’Abruzzo richiama, l’intramontabile Pescasseroli, con il Parco della Maiella, e il vicino Lago di Scanno.

Fuori l’Europa, eh, come sempre a farla da padrona è l’America del Sud. Argentina su tutte, ma anche Bolivia, Cile e Perù.

Poi, sono banale se dico che vorrei tornare in Sudafrica? Prima o poi un safari uscirà fuori anche per me, anche se forse è troppo presto per l’età di Samuele.

tfr_547066787_2011-10-29620

Google Immagini

Infine gli Stati Uniti. Sogniamo un road trip on the bayou, un viaggio tra Florida, Georgia, Alabama, Mississippi, Louisiana, a ritmo di musica folk e cucina cajun.

images-1

Google Immagini

Spero riusciremo a realizzare anche solo una piccola parte di questa lunga lista, ma se così non fosse, pazienza, siamo aperti alle novità e a tutte le destinazioni non preventivate che magari ci attenderanno dietro l’angolo.

Del resto una delle nostre citazioni preferite dice:”La vita è quello che ti succede quando sei impegnato in altri progetti”, giusto?😉

Buone feste a tutti!

Ale,Vale&Sami.

Ps: #TravelDreams è un’idea di Farah di Viaggi nel Cassetto, Manuela Vitulli di Pensieri in Viaggio, Lucia di Respirare con la Pancia.