Travel Dreams 2019: i viaggi che ci auguriamo per il nuovo anno

Sapete qual è la cosa davvero bella dei #TravelDreams, la scaramantica iniziativa alla quale partecipiamo sempre volentieri in questo periodo di buoni propositi?

E’ che cambiano con noi, adattandosi alle nostre esigenze, anno dopo anno. O almeno, così dovrebbe essere…

Sogni sì, ma realizzabili. Voglio dire, ha senso sognare di andare a vedere i gorilla in Congo sapendo che probabilmente partirai con tuo figlio piccolo?!

Se all’apertura del blog c’era l’entusiasmo di sognare senza confini, da qualche anno a questa parte siamo un po’ più con i piedi per terra, consapevoli di viaggiare con un bambino di tre anni e mezzo che ha gusti ed esigenze già ben definiti, nonostante la tenera età, e che non avrebbe senso non considerare.

Forse è stato anche per questa consapevolezza che il 2018 è stato un po’ all’insegna dei nostri #TravelDreams.

Ci auguravamo di partecipare alla Transiberiana d’Abruzzo e a gennaio siamo riusciti a salire sul Treno della Neve. Sognavamo un on the road in Sicilia e siamo stati accontentati con quattro giorni tra Catania, Castelmola e Ortigia. Ci sarebbe piaciuto tornare negli Stati Uniti e una felice congiunzione astrale ha fatto in modo che un viaggio di lavoro di Vale si trasformasse in uno splendido viaggio di famiglia a Monterey, e in occasione del mio compleanno, per giunta!

Se tutto va bene poi a Natale riusciremo a depennare anche un altro piccolo sogno da quella lista, ma ve ne parleremo a tempo debito…(ve l’ho detto che è un post scaramantico, no?) 😉

Non so dove ci porterà questo 2019, ma tra le destinazioni che immaginiamo papabili anche con il nostro ometto ci piacerebbe…

Fare un road trip negli Stati Uniti

Non riesco a immaginare niente di più semplice che organizzare un viaggio con bambini negli States. Ci sono buone sistemazioni con cucina a prezzi ragionevoli, cibo di qualsiasi tipo ovunque, attrazioni e attività pensate per famiglie. Gli itinerari che abbiamo in mente sono due:

Arizona e Utah

Lo sentite già il fischiettio alla Per un Pugno di Dollari aleggiare immaginando distese di desertica sabbia rossa? Ragazzi, io vorrei sentire cosa si prova a trovarsi al cospetto del Grand Canyon, ai camini mitici della Monument Valley, alle architetture leggere dell’Arches NP… Secondo me è roba da far tremare gambe e polsi…

Louisiana e Mississippi

L’altro on the road che ci intriga da un po’ di anni, ma che ancora non siamo riusciti a realizzare, è quello che comprende un tour tra gli stati del sud americano. Con la filosofia del less is more darei precedenza alla Louisiana e al Mississippi dove, seguendo il corso del fiume, mi piacerebbe perdermi tra le coltivazioni di cotone, le architetture coloniche, il melange culturale del Bajou, tra musica che tocca l’anima e cibo cajun che ti porta in paradiso.

Andare a New York a Natale

Un viaggio più stanziale negli Stati Uniti che mi stuzzica da un po’, tant’è che lo avevo inserito anche nel post dello scorso anno. Sarà che ho visto troppi film ambientati a Natale nella Grande Mela che adesso ho troppa curiosità di vederla vestita di lucine scintillanti, alberi giganteschi e piste per pattinare sul ghiaccio.

dicembre-new-york
Dal web

Tornare nella cara vecchia Inghilterra

Sono passati anni dall’ultima volta che abbiamo messo piede in Inghilterra e nel 2019 mi auguro di tornare a Londra, senza dubbio, ma da buona Beatlemaniac quale sono, darei un qualsiasi organo per riuscire a visitare Liverpool, magari con un tour ad hoc per ripercorrere la storia dei Fab Four.

abbeyroad
Abbey Road

Visto che senza macchina non sappiamo stare sarebbe bellissimo poter organizzare degli on the road anche nel Regno Unito. Mete che mi intrigano per fascino e storia, nell’ordine, Cotswolds e Cornovaglia. Mi vedo alla finestra di un pub carico di ninnoli impolverati a pasteggiare con scones e thè caldo mentre fuori la nebbia nasconde la campagna e i pochi cottage nei dintorni.

cotswolds_cnt_6nov09_istock_b
Dal web

Salire sul Trenino del Bernina

La Svizzera è stata più volte inserita nelle nostre wishlist, ma i prezzi inarrivabili delle montagne elvetiche ci hanno subito riportato alla realtà senza troppi complimenti.

Il Trenino Rosso del Bernina però esercita su di me un fascino irresistibile per non provare nemmeno a sognarlo perchè adoro i viaggi in treno, soprattutto quelli storici, lo vedo ideale per chi viaggia con bambini ed esistono tariffe agevolate per le famiglie. E poi il percorso si snoda lentamente, ad alta quota, all’interno di tre diverse vallate che posso immaginare splendide sotto la neve…

TreninoRosso
Dal web

Mosca e San Pietroburgo

Potrei definirle come “lo zoccolo duro” della nostra lista, due presenze fisse e invadenti che ormai mi fanno l’occhiolino, come a dire “ehi, ti ricordi che ancora non ci siamo incontrati? E allora dai, mettici nell’elenco pure quest’anno”.

Detesto quando sono i viaggi a vincere su di me e non il contrario! 😉

Mosca se possibile l’ho sognata ancora più forte anche grazie agli articoli di Silvia di The Food Traveler. 

Per San Pietroburgo mi basta un nome. Hermitage. Come diceva un vecchio spot, basta la parola.

E voi sapete già dove vi porterà il 2019?

NB: il tag #TravelDreams nasce da un’idea delle blogger Manuela di Pensieri in Viaggio, Farah di Viaggi nel Cassetto e di Lucia di Respirare con la Pancia.

Immagine copertina by Unsplash.

Pubblicato da

Vivo a Roma, sono farmacista e ho 40 anni. Un bimbo, tre gatti e una reflex da cui non mi separo mai. Curiosa come una scimmia, considero il viaggio una necessità. Con la testa sono sempre altrove. Sogno di girare il mondo.

63 pensieri riguardo “Travel Dreams 2019: i viaggi che ci auguriamo per il nuovo anno

  1. Avete realizzato una buona parte dei vostri travel dreams! Proprio ieri ho iniziato a scrivere la bozza del mio post, e mi sono resa conto che rispetto ai propositi che avevo messo giù lo scorso dicembre ne ho realizzati appena due!
    Tutte mete da sogno quelle per il 2019, ma quella che mi fa sognare maggiormente è forse l’on the road tra Cotswolds e Cornovaglia. Ma anche NY a Natale non è niente male 😉
    Ah, Mosca! Io ho lasciato un pezzo di cuore laggiù ❤️ San Pietroburgo è anche nei miei sogni per il 2019 ma mi sa che rimarrà tale…

    Piace a 1 persona

    1. Ti confesso che ogni tanto mi vado a rileggere i tuoi post su Mosca non solo perché mi sono piaciuti, ma anche perché tu, in qualche modo, rispetto ad altri blogger sei riuscita a farmi sentire Mosca vicina, ossia non complicata, non irraggiungibile…quasi alla mia portata insomma. Quindi mi sembrava doveroso citarti nel post😉
      Spero di riuscire a spuntare qualcuna di queste destinazioni quest’anno… Chissà .. 😉
      Grazie Silvia, un abbraccio!

      Piace a 1 persona

      1. Ti capisco perché io spesso mi faccio spaventare dalle cose complicate, e nove volte su dieci rinuncio, scegliendo qualcosa di più semplice. Con Mosca ho avuto la tentazione di optare per una meta meno complicata ma poi per fortuna sono andata avanti, e non è davvero troppo complicato. Mi fa piacere averti trasmesso questa sensazione ☺️

        Piace a 1 persona

  2. Concordo su Mosca: è una città gigantesca, monumentale, oserei dire fiabesca, fuori dal tempo… una città che ti conquista subito con il suo irresistibile fascino. L’ho girata in maniera indipendente qualche mese fa e ti assicuro che non ho avuto alcun problema. Forse l’unico consiglio è di non alloggiare in quartieri troppo periferici, perché ciò implicherebbe lunghi tempi di percorrenza negli spostamenti. I mezzi pubblici, comunque, funzionano perfettamente ed i costi sono praticamente irrisori. Ti invio il link relativo al post che ho pubblicato sul mio blog in relazione al mio viaggio in Russia. Ad ogni modo, se hai bisogno di eventuali ulteriori informazioni, puoi contattarmi quando vuoi 🙂
    https://giovanniaugello.wordpress.com/russia/

    Piace a 1 persona

    1. Grazie mille Giovanni! Se davvero avrò la possibilità concreta di andare a Mosca divoreró i tuoi post e preparati a una raffica di mail per dubbi e domande😉 Dici che è fattibile con un bambino piccolo, come mi immagino, oppure no? Si parlerebbe comunque di stagioni più calde… E di San Pietroburgo invece mi puoi dire qualcosa? Grazie per la visita!

      "Mi piace"

      1. Sì, è fattibilissima anche con un bimbo piccolo. A differenza di tanti altri Paesi in giro per il mondo, in Russia non occorrono neppure particolari precauzioni da un punto di vista sanitario, gli standard sono abbastanza buoni, i prezzi modici ed il livello di sicurezza è elevato. San Pietroburgo è una città molto diversa rispetto a Mosca… per certi versi è più simile alle grandi capitali del Nord Europa… ho riscontrato delle similitudini con Stoccolma, in parte anche con Helsinki (anche se, rispetto a quest’ultima,ovviamente molto più grande e ricca di storia). E’ estremamente vitale, animata a tutte le ore del giorno e della notte. Un treno veloce la collega con Mosca in poche ore quindi, il mio consiglio se arrivi fin lassù è di non lasciarti sfuggire l’occasione per visitarle entrambe.
        A presto 🙂

        Piace a 1 persona

  3. Ah Mosca…e lo dici a me? 😦 Troppi sono i sogni bloccati in un cassetto la cui serratura si apre soltanto con chiavi di carta! 😛 Ma poco male, ho imparato ad apprezzare i viaggi imprevisti (vedi la crociera) che a volte sono più entusiasmanti di una cosa desiderata e sognata. Poi come si dice, c’è sempre tempo 😉
    Bellissima la Louisiana, sarebbe veramente fantastico come viaggio! Io avevo intenzione di non scriverlo il post di questo 2018 ma tu mi hai ricordato il fattore scaramantico quindi mi sa che mi tocca! 😛 Ti auguro di concretizzare finalmente Mosca e anche tutti gli altri viaggi, sia sognati che non! 😉
    Buona serata Alessia! ❤

    Piace a 1 persona

    1. Eh lo so che con Mosca con te avrei sfondato una porta aperta!! Guarda Orsa, io questo post lo scrivo perché porta bene, ma in effetti l’importante è che ci si muova.. Se poi I viaggi sognati, organizzati da tempo o all’ultimo secondo poco importa😉 Sono curiosa di leggere i tuoi .. Un bacione e grazie!!
      ❤️

      Piace a 1 persona

  4. Ale, ti auguro con tutto il cuore di realizzare i tuoi sogni! Che bellezza il viaggio nel profondo sud degli States. Visto che ti piacciono queste atmosfere, ti consiglio la serie TV Hap and Leonard ambientata proprio nel Texas orientale 😉 anche a me piacerebbe tornare in Inghilterra nel 2019, vediamo cosa mi riserverà il prossimo anno!

    Piace a 1 persona

    1. Grazie Giulia cara! Non conosco quella serie, grazie per la segnalazione 😉 Io mi sono innamorata della prima stagione di True Detective che se non sbaglio era proprio ambientata in Louisiana .. 😍 Speriamo che l’anno nuovo porti bene a entrambe 😉 Un abbraccio!!

      "Mi piace"

  5. La Liverpool dei Beatles piacerebbe molto anche a noi, è nella nostra wish list da troppo tempo! Per non parlare poi della Monument Valley e del Natale a New York!
    Sai che non abbiamo mai scritto i nostri travel dreams annuali? Sarà perché sono infiniti, sarà perché quando pensiamo ad una meta poi finiamo sempre altrove… rischiano di diventare i nostri eterni esclusi.
    Siamo un po’ scaramantici in questo.
    Un salutone dai Lemuri

    Piace a 1 persona

    1. In effetti non ricordo di aver mai letto un post sui travel dreams da parte vostra. Per noi è diventata una abitudine piacevole, oserei dire scaramantica, un gioco, alla fine, perché ben vengano i viaggi sognati come quelli inattesi che forse alla fine sono quelli che danno anche più soddisfazioni 😊
      Un abbraccio Lemurini e grazie😍

      Piace a 1 persona

    1. Londra ormai sembra diventata una maledizione…ogni volta salta per qualche motivo…Allora mi sono detta di metterla nero su bianco perchè magari mi porta bene 😉 Aspetto la tua lista Laura, sono curiosa 🙂 Intanto grazie. Ti abbraccio.

      Piace a 1 persona

  6. Hai citato due mete che sogno da molto tempo: il trenino del Bernina e Mosca. Entrambe le destinazioni non troveranno spazio nel nuovo anno e chissà ancora quanto dovrò aspettare. Non tanto per il viaggio in treno quanto per la capitale russa. Il mio sogno è raggiungerla in moto come annunciato in tv. Bah vedremo… per il 2019 in testa è tutto pianificato fino ad agosto, ma le mete non si dicono 😉

    Piace a 1 persona

    1. Caspita, tutto pianificato fino ad agosto….che bellezza, anch’io vorrei poter fare così, senza essere in balia dei turni lavorativi (con le farmacie ormai non ci si capisce più niente…se chiudono e quando chiudono…). Ma perchè dici “come annunciato in tv”? Mi sono persa qualcosa mi sa…

      Piace a 1 persona

      1. …una vecchia storia, ma quando ci penso mi viene ancora da ridere. Ho rivelato in una trasmissione il mio desiderio di raggiungere la Russia in moto prendendomi molti giorni di ferie. Dopo aver visto la puntata i colleghi di mia moglie si sono iniziati a preoccupare per la lunga assenza lavorativa…

        "Mi piace"

  7. Ho anche io in bozza questo articolo e mi rendo conto leggendo il tuo di aver davvero tenuto i piedi per terra, forse troppo, perché avrei inserito anche tutte queste mete! Un paio le abbiamo in comune comunque… insieme alla grande passione per i Beatles!
    Il problema è che anche io faccio i conti con tempo e soldi e mi sembra sciocco scriverebun articolo totalmente fuori dalla mia portata e da quello che davvero sarà! Quindi sognare si, ma con un pizzico di razionalità! Un bacione Ale ❤

    Piace a 2 people

    1. Esattamente Lou, va bene sognare, ma senza strafare, ovvero tenendo conto di cose oggettive come il poco tempo, i soliti soldi e un bambino piccolo, nel nostro caso. Sono curiosa di leggere la tua wishlist. Intanto grazie e un bacione!

      "Mi piace"

      1. Figurati 😊 anche a me piacerebbe moltissimo il Road Tour negli USA, la Transiberiana e il tour del sud della Gran Bretagna. Ma avendo già un grosso viaggio in previsione ho un po’ ridimensionato il resto 🌸

        "Mi piace"

      2. Ah, e complimenti per il tuo animo viaggiatore con famiglia a carico! Sfatiamo il mito che con un bambino si possa fare al massimo la gita di Pasquetta Verona-Jesolo. Bravissima!

        Piace a 1 persona

  8. Ah beh, se dovete andare negli USA tutta la vita Lousiana&Mississipi. Non ci sono mai stato, ma da appassionato di musica un giro per il French Quarter di New Orleans lo farei di corsa… A quel punto, un ultimo sforzo e dal Mississipi fai un salto a Memphis!

    Mosca non l’ho mai vista, San Pietroburgo, in compenso, mi ha un po’ deluso. Troppo “incasinata”. Però la Nevskij Prospekt, il Museo Dostoevskij e soprattutto l’Hermitage meritano davvero una visita.

    Ti auguro di realizzarli tutti, scones inclusi!

    "Mi piace"

    1. Sogno quel giro sul delta del Mississippi da quando ascolto il blues (leggi “da una vita” ), ma per qualche motivo non siamo riusciti mai a organizzare. Vedremo cosa ci riserverà quest’anno nuovo .. L’importante è muoversi😉 (quanta saggezza eh? Si vede che sono sulla soglia degli anta🤣) Grazie Marco, ciao!

      Piace a 1 persona

      1. Non capisco il tuo tono sopreso, come se ci fosse altra musica da ascoltare…. 😉 Parto dagli immortali Robert Johnson, Muddy Waters, John Lee Hocker fino ad arrivare a Eric Clapton, Joe Cocker, The Allman Brothers Band…Ma poi ci sono tutte le contaminazioni tipo i Creedence, i Lynyrd Skynyrd, gli ZZ Top… Tanta robbba

        Piace a 1 persona

  9. Belli, belli, belli i vostri travel dreams. Mi piacciono soprattutto perché hanno un filo conduttore, qualcosa che li lega e che, quindi, crea una sorta di mappa. E io adoro le mappe, le connessioni tra i viaggi che si fanno. Condivido soprattutto l’idea di tornare nella cara vecchia Inghilterra, con il suo fascino old style… e Mosca!! Vi auguro di andarci prestissimo 🙂 Buona giornata, cara!

    Piace a 1 persona

  10. Eh… intanto sono curiosa di sapere dove siete scappati, se siete scappati, per questo Natale… ma credo che dovrò attendere. Con tutta onestà, con me hai fatto strike al primo colpo… dopo aver letto road trip in usa, io non c’ho capito più nulla; il primo che hai detto, per me continua ad essere IL VIAGGIO, mentre il secondo sono anni che me lo sogno.
    Anche se ho scorso la lista, una parte del mio cervello era ancora al volante di una mustang lungo le infinite strade americane, beh poi quando sono arrivata al punto sulla Russia c’è stato un attimo di sbandamento dentro la mia testa e le cupole colorate di San Basilio hanno fatto vacillare i miei sogni a stelle e strisce. A prescindere dai miei, ti auguro che tu riesca a realizzare la maggior parte delle cose che hai scritto, ed anche se non ci riuscissi e dovessi fare altro spero che questo vi riempia di gioia e vi faccia divertire da pazzi. Un bacione

    Piace a 1 persona

  11. Spero che ci ritroveremo in Inghilterra…. sono anni che la sogno, ma chi di dovere non coglie……. che devo fare più di così per farmici portare?!?!? Mah…

    I viaggi USA citati devono essere splendidi. Io ho già pronto il nostro prossimo itinerario negli Stati Uniti ma sicuramente non se ne parla per quest’anno.
    Il Trenino del Bernina è stupendo. Al vostro bambino piacerà tantissimo. Io vi consiglio di fare quest’esperienza in inverno…. con le pareti di neve che attorniano la ferrovia, sembra un paesaggio surreale….

    Intanto, vi auguro che il 2019 vi porti ancora più lontano di quello che vi eravate immaginati e vi abbraccio forte…

    Elena

    "Mi piace"

    1. Che bello, hai già un itinerario pronto per gli USA… Posso chiederti per dove? E in quale angolo di Inghilterra ti piacerebbe andare? Ti auguro un fantastico 2019, Elena.. Intanto ordino tè e Scones anche per te, va bene? 😉😘 Ti abbraccio!

      "Mi piace"

  12. Ciao Ale, molti tuoi travel dreams li ho già esauditi. Come il treno del Bernina, caro ma super caratteristico! O NY a Natale.. sono passati 6 anni ma ricordo bene l’atmosfera calda in quei giorni prima del 25 😉
    Anche a Liverpool sono stato, un weekendino un anno fa. E’ una città molto carina! Se ti piacciono i Beatles ci sguazzi!
    L’Arizona la sognamo insieme 🙂
    Un bacione e buon anno!!! Buoni viaggi :*

    "Mi piace"

    1. Grazie Pietro! Mi ricordavo fossi andato a Liverpool, ma mi ero sfuggito il trenino del Bernina….Bello, vero? Cioè, è come me lo immagino, perfetto per i bambini e incantevole sotto la neve? Eh, non mi sorprende che sia caro…Tutto quello che gira intorno alla Svizzera purtroppo… E’ la dura legge del goal…:D
      Ti auguro un super anno nuovo Pietro e grazie per la visita!

      Piace a 1 persona

  13. Ale ma che bei viaggi!!! Forse quest’anno ci beccheremo davanti al Grand Canyon, o sotto un maestoso arco di roccia o davanti il profilo della Monument, luoghi che ho visto neanche un anno fa e in cui sogno fortemente di tornare. Non ti so descrivere la sensazione ma è come se ti spalancassero l’anima, se due occhi non bastassero, e ti mettono addosso un senso di libertà totale e che ho provato solo davanti quei panorami così immensi. Bellissimo anche l’itinerario nel sud degli Stati Uniti, a me piacerebbe moltissimo un Chicago, New Orleans o partire da New Orleans e fare una capatina in Texas. Vi auguro di realizzare tutti i vostri traveldreams perchè sono davvero fantastici! Un abbraccio!

    Piace a 1 persona

    1. Vale, ciaooo!!! Chissà dove ci porterà il nuovo anno… Trovo bellissima questa sensazione di attesa, come se dovesse succedere qualcosa di straordinario da un momento all’altro tipica di gennaio in generale .. Speriamo di non restare troppo delusi… Ahahahah! Hai passato delle buone feste? Io ti faccio tanti auguri di buon anno, anche se con ritardo mostruoso. Ti abbraccio, grazie Vale.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...