Liechtenstein: una giornata a Vaduz

L’altra mattina sorseggiand… trangugiando il caffè leggevo distrattamente tra le curiosità che il Liechtenstein ha compiuto 300 anni.

“Giovane e ricco, il Principato”, mi sono ritrovata a pensare, ma le cose stanno proprio così.

Il Liechtenstein copre un’area di appena 160 kmq per 38.000 abitanti e detiene due primati. È il paese più piccolo del mondo e ha il più alto reddito pro capite terrestre. Tanti soldi e per pochi, in pratica, e a me, niente, non riesce a stare granché simpatico.

Noi il Liechtenstein lo abbiamo attraversato durante il nostro primo on the road come famiglia nel 2015, viaggio che ci ha fatto conoscere la Svizzera (cioè, Lugano…), ma soprattutto la Germania (Baviera e Foresta Nera) e un po’ di Alsazia (Colmar e Strasburgo).dsc_0089

A Vaduz ci abbiamo passato un’intera mattinata e a ripensarci oggi non so neanche io come perchè in generale non sono riuscita a trovarlo pienamente interessante, nonostante gli evidenti sforzi da parte del Principato.

Vaduz: cosa vedere in un giorno

KunstMuseum

A Vaduz c’è un’unica grande via principale sulla quale si riversano negozi, musei, locali. E’ incredibile come siano riusciti a rendere accattivante un semplice percorso pedonale, nè lungo nè largo, grazie a tutta una serie di installazioni artistiche, davvero ad ogni angolo e alcune proprio strane.dsc_0110

A Vaduz si trova una delle collezioni private più importanti d’Europa, quella conservata all’interno del KunstMuseum.dsc_0082

Il Museo è stato progettato da architetti svizzeri ed inaugurato appena nel 2000. All’interno capolavori che vanno a coprire dal XIX secolo ad oggi, soprattutto sculture, su tutti Botero (il più riconoscibile per una non esperta come me).

Museo Postale del Liechtenstein

Oltre a installazioni artistiche, lungo questa via sarà facile incappare in qualche riproduzione di francobolli ad indicare che nei paraggi c’è il Museo Postale del Liechtenstein dove, oltre a vecchi timbri e attrezzature, si trova un’importante collezione filatelica con esemplari di francobolli preziosi e rari dal 1912 ad oggi. Ci è sembrata una visita per persone un po’ ageè e così abbiamo lasciato stare. Però ho trovato singolare il fatto che gli abitanti di Vaduz sentano l’esigenza di lasciare indizi come farebbero Hansel e Gretel per ritrovare la via di casa, come in una caccia al tesoro per promuovere quello che c’è da vedere.

Cattedrale San Florino

Credo sia la chiesa più importante del Principato, se non altro perchè non ne ho notate altre. Si tratta di una costruzione gotica, ma moderna che non abbiamo potuto visitare all’interno per via della funzione.dsc_0096

Rathaus

E’ facile da trovare- indovinate un po’?- lungo la via di cui vi parlavo sopra. Ha uno stile che ricorda le case che potresti trovare nel centro storico di città quali Friburgo, per esempio, e sull’ingresso si trovano tre belle statue di bronzo che rappresentano dei cavalli, opera di uno scultore svizzero, Nag Orlandi.dsc_0090

Parlamento

Le sedi vecchie e nuove sono praticamente adiacenti e se la vecchia è una costruzione che ricorda le architetture teutoniche, la prima è molto più moderna e, secondo me, affascinante perchè ha una forma umile, come una casetta che disegnerebbe un bambino, nonostante l’importanza del ruolo. Ci sarebbe anche il Castello, ma è abitato dai Principi, quindi non si può visitare.

Mangiare a Vaduz

La cucina del Liechtenstein condensa tradizioni mitteleuropee e piatti fusion-orientali per soddisfare un tipo di clientela più internazionale, magari in viaggio per affari, come è capitato di trovare a Lussemburgo. Peccato che a Vaduz costi tutto uno sproposito.

Per una porzione da asporto di involtini primavera cinesi non ve la caverete con meno di 10 euro mentre per una coppia di kebab piccoli to go e una bibita in lattina si spende come seduti in un ristorante. Anche i souvenir sono costosissimi. Un paio di calamite e una mug, circa 40 euro. Insomma, il Principato continua a essere per molti, ma non per tutti.dsc_0085

Alla fine della fiera non credo consiglierei di passare un weekend a Vaduz, però se vi capita di passare da quelle parti fermatevi un paio d’ore per farvi un’idea.

Voi ci siete mai stati? Che ricordo vi ha lasciato?