Il nostro 2019 in viaggi (e quelli che ci auguriamo per l’anno nuovo)

Eccoci, come tutti gli anni, a fare il resoconto di questo 2019 ormai agli sgoccioli.

Se dovessimo descriverlo con una sola parola sceglieremmo FATICOSO.

Perché il 2019 ha messo in discussione tutto, la nostra salute, quella dei nostri cari, portandosi via il più fragile di tutti (Ciao J) e costringendoci a convivere con quel senso di frustrazione che sempre, dopo una caduta, accompagna una (incerta) risalita.

Il 2019 è stato un anno simbolico, per me ha rappresentato l’ingresso ufficiale negli “anta”, che potrebbe sembrare un numero qualsiasi, ma che in realtà dietro si porta un ingombrante bagaglio di riflessioni, pensieri, bilanci, soprattutto per una donna (come se non ci arrovellassimo già abbastanza da sole…).

In un anno come questo anche i viaggi sono partiti un po’ sordina, permettendoci durante i primi mesi solo dei veloci mordi e fuggi per lo più nel nostro Bel Paese, con alcuni inediti e qualche piacevole ritorno.

Siamo tornati a Cremona a febbraio, con una veloce fuga a Bergamo, un weekend di quelli belli, con persone belle, fatti di chiacchiere e risate, di spritz, bolliti e marubini.

A marzo il richiamo della neve si è fatto irresistibile e svelti abbiamo prenotato un Airbnb per una sola notte nella vicina Barrea, in Abruzzo, una regione che conosciamo poco, ma dove ci piacerebbe tornare presto.DSC_0292

In una primavera che ha stentato a partire e una Pasqua trascorsa nelle misteriose e affascinanti atmosfere dell’Abbazia di Casamari nel Frusinate, siamo tornati in uno dei nostri luoghi del cuore, la Val d’Orcia, ospiti, come sempre, del meraviglioso Podere Perelli che con i suoi panorami unici e il suo silenzio riesce a rigenerarci come pochi altri posti al mondo.DSC_0788DSC_0792

Dobbiamo aspettare maggio per prendere il nostro primo aereo dell’anno, destinazione Penisola Calcidica, tra il rigore dei monasteri del Monte Athos e l’interessante e caotico meltin’pot di Salonicco. Grazie a questo viaggio abbiamo scoperto una Grecia completamente diversa rispetto a quella a cui siamo abituati, quella forse un po’ stereotipata delle isole.

Luglio è un mese che ricordiamo con affetto perchè siamo tornati a San Felice Circeo, un borgo che adoriamo per la sua storia, le sue leggende e, in termini pratici, per il suo splendido mare e per i servizi che offre alle famiglie, finchè ad agosto partiamo per un volo intercontinentale, un on the road tra Alberta e Montana che ci ha regalato emozioni uniche, a contatto con la natura più pura, ricalcando le orme dei pionieri del far west.

A ottobre, infine, la vera sorpresa dell’anno, quella di un viaggio di lavoro che non avevamo in nessun modo messo in programma: Pechino, un’esperienza semplicemente meravigliosa che non ha fatto che alimentare la mia personale fame di Oriente per i mesi (o forse dovrei anni?!) a venire.

I viaggi che ci auguriamo per il 2020

Negli ultimi anni abbiamo imparato ad amare sempre di più la montagna, quindi per il 2020 ci auguriamo almeno una partenza in tal senso.

A parte l’intramontabile Trenino Rosso del Bernina, che ancora non ho capito se mi piacerebbe più d’estate o d’inverno, vorrei tanto vedere il campanile sommerso nel Lago di Resia, vicino Bolzano, un posto che solletica da un po’ il mio immaginario.

Restando in Italia mi piacerebbe andare a visitare la Reggia di Caserta (che vergogna che non ci sia ancora mai andata…), fare un giro per il Sannio inserendo Sant’Agata de’ Goti nel tour, tornare in Abruzzo, stavolta prediligendo la Costa dei Trabocchi e poi ben due on the road, uno in Molise, per vedere se davvero non esiste, e un altro tra Langhe, Roero e Monferrato per mangiare e bere come Dio comanda.

Non mi dispiacerebbe andare alle Isole Borromee in primavera, ma più in generale visitare il Lago Maggiore, in particolare Stresa e Verbania.

View this post on Instagram

Potrebbe sembrare un acquerello questa fotografia…delicate pennellate e tenui colori disegnano il Trabocco Turchino tra un quieto mare e un timido cielo invernale. Questa è la nostra "pic of the week" scelta tra le foto che avete condiviso con noi la scorsa settimana. Continuate a pubblicare le vostre immagini taggando @yourabruzzo: la più bella sarà rilanciata ogni lunedì sulla nostra bacheca. Ph. @ piscitelliluana . . This pic seems like a watercolor … gentle brush strokes and soft colors draw the Trabocco Turchino between a quiet sea and a shy winter sky. This is our "pic of the week" chosen among the pics you shared with us last week. Continue to publish your photos tagging @yourabruzzo: the most beautiful will be re-launched every Monday on our profile. . . #Abruzzo #turismo #wildabruzzo #cultabruzzo #paesaggidabruzzo #ig_abruzzo #igersabruzzo #yallersabruzzo #igersitalia #yallersitalia #igitalia #volgoitalia #volgoabruzzo #besocialabruzzo #ilikeitaly #gotourism #travelerinitaly #loves_italia #loves_abruzzo #italian_places #exploremore #neverstopexploring #awsomeitaly #travelpics #instatravel #charmingitaly #instagood #igtravel #beautifuldestinations

A post shared by Your Abruzzo (@yourabruzzo) on

In Europa, alla voce “Viaggi In Famiglia”, mi piacerebbe portare il bambino al Parco dei Playmobil vicino Norimberga, mentre sotto quella” Fuga In Europa Per Non Impazzire Alla Routine Quotidiana” troviamo a scalpitare più di altre: Amburgo, Rotterdam, Marsiglia, Lione, Atene.

View this post on Instagram

& @diokaminaris present the IGER OF THE DAY of November 6, 2019 – by @danis_p_gr 👏⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ LOCATION – ATHENS – View from Lycabettus Hill (Η πόλη της Αθήνας από τον Λυκαβηττό) – GREECE ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ •••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••• Tag #wu_greece or #wu_greece19 on your older and retagged shots. The photos must be yours! No stolen and no photos from Internet. Thank you so much for your IG love! ⠀⠀⠀ ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ ••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••

A post shared by ⠀⠀⠀ ⠀⠀⠀✺ World Union GREECE ✺ (@wu_greece) on

Tra i road trip, sparpagliati nel mondo, ci piacerebbe moltissimo visitare la Cornovoglia e i Paesi Baschi, mentre oltreoceano aneliamo da un po’ un giro tra Arizona e Utah oppure nel Sud degli Stati Uniti, complice anche un film meraviglioso che ultimamente abbiamo visto su Netflix, Free State of Jones.

Chissà dove ci porterà questo 2020, se ci lascerà decidere le nuove destinazioni o se sarà lui a farlo per noi. In un modo o nell’altro noi siamo pronti, curiosi come sempre, a lasciarci sorprendere 😉

Buon Anno Viaggiatori!