Dieci località in Germania che non puoi perdere

La Germania è un paese enorme che abbiamo avuto modo di visitare in occasioni diverse. A volte è stato per lavoro, altre volte per i mercatini di Natale, più spesso come meta per i nostri tanto amati road trip.

Qualunque sia lo scopo del viaggio, la Germania non deluderà le aspettative, essendo ricca di storia, cultura, città interessanti e una natura travolgente.

Queste sono le mete che non dovrebbero mancare nel vostro prossimo viaggio in Germania.

Berlino

L’ho detto spesso che tra le capitali europee Berlino è una delle mie preferite. Se devo immaginare un posto davvero cool, dove modernità fa rima con creatività, allora penso subito a lei. Ho scritto da poco un post in cui ricordo un nostro vecchio weekend passato qui. Berlino sa coniugare perfettamente antico e moderno e lo fa con naturalezza, senza filtri, sincera come poche.

View this post on Instagram

[Lascio che le cose mi portino altrove…] A volte basta poco per viaggiare. Per me è stato sufficiente guardare #Unorthodox, una magnifica mini serie televisiva in onda su @netflixit, per farmi tornare in mente un vecchio viaggio fatto a Berlino un po' di tempo fa. E in un attimo ero di nuovo sulla Sprea, a sbocconcellare pretzel al formaggio tra i profumi della primavera… Sul blog è uscito un nuovo articolo che parla dei miei ricordi su Berlino (link in bio). Mi dite cosa vi porta "altrove"? . #berlino #berlin #germany #berlincity #germania #ig #berlingram #travel #berlinstagram #igersberlin #deutschland #berliner #berlinberlin #photography #art #love #europe #visitberlin #berlinlove #berlinstyle #berlinphotography #berlinwall #bhfyp #berlinmitte #berlinart #europa #architecture

A post shared by Where are Ale&Vale? (@ale_and_vale) on

Colonia

Visitata in occasione dei mercatini di Natale, tra i più antichi d’Europa, Colonia ha un centro storico quasi interamente ricostruito dopo i bombardamenti del 1942. L’imponente Cattedrale già da sola vale il viaggio, ma se poi uniamo il suggestivo Ponte di Hohenzollern, stracarico di lucchetti “suggella amore”, e il colpo d’occhio sul Reno, allora l’incantesimo è garantito. E per un ricordo indimenticabile del viaggio non dovrete far altro che acquistare una bottiglietta di Acqua di Colonia o una vera birra Kölsch.

DSC_0047

Ulm

Ulm è stata la città natale di Albert Einstein e conserva ancora una grandiosa cattedrale gotica, la Cattedrale di Ulm, appunto, il cui campanile di 161 metri è il più alto del mondo. Se capitate per lavoro come è successo a V., fatevi un giro nel centro storico che vale inaspettatamente la pena.

105 (1)

Lago di Costanza: Lindau

Il Lago di Costanza (Bodensee) era una meta di villeggiatura già nota ai tempi dei romani. Consta tre isole facilmente raggiungibili in traghetto, ma il consiglio è di alloggiare su quella di Lindau, un antico borgo vivace che racchiude edifici storici come la Mangturm, che un tempo fungeva da faro, e il Rathaus, un palazzo del 1400 finemente affrescato. Particolare il colpo d’occhio sul faro moderno, con un orologio incastonato al suo interno, che insieme a un Leone, simbolo della Germania, sorvegliano l’ingresso al porto.

lindau

Baviera: Monaco, Oberammergau, il Castello di Neuschwanstein

La campagna a sud della Germania è un territorio ricco di panorami riposanti e aria che sa di fieno. Monaco di Baviera, la sua capitale, è una tappa quasi obbligata soprattutto se siete amanti della birra che trova nell’Oktoberfest la sua manifestazione più importante a livello mondiale. Monaco di Baviera è piccola, si gira facilmente a piedi. La Kaufingerstrasse è la strada principale che collega il Duomo alla Marienplatz, sulla quale affaccia il mercato tradizionale, il Viktualienmarkt.

Se non fosse facile trovare un posticino dove mangiare tra i banchi che vendono fiori e ortaggi, allora dirigetevi agli edifici storici della Haufbrauhaus e dell’Augustiner Braustube, entrambe birrerie molto famose e antiche, in centro, a poca distanza l’una dall’altra e ancora con un menù che attinge alla tradizione.
DSC_0315

Oberammergau, invece, è un paesino lungo l’Alpenstrasse, la strada che passa per le Alpi Baveresi, ed è carico di tradizioni. La maggior parte delle case del centro sono tutte finemente affrescate e dal 1634 ad oggi gli abitanti inscenano la Passione di Cristo ogni dieci anni, in base a un voto che venne fatto per essere stati salvati da un’epidemia di peste. Inoltre, qui ha sede la prestigiosa Scuola per diventare Intagliatori di Legno, e in effetti ovunque si possono trovare bellissimi oggettini artigianali da portare a casa. Vicino Fussen, infine, sempre nel bel mezzo della campagna bavarese, il Castello di Neuschwanstein non ha bisogno di presentazioni. In un contesto naturalistico invidiabile, con il meraviglioso Alpensee a valle, le cui rive rigogliose fioccano di gasthaus e biergarten, sorge questo maniero bianco che secondo la tradizione sarebbe apparso in sogno al suo proprietario, Ludovico II. La fama si consolidò quando Disney raccontò di essersi ispirato a questo castello per disegnare quello de La Bella Addormentata nel Bosco. Una meta in perenne bilico tra leggenda, sogno e storia.

news

Foresta Nera: Friburgo, Oppenau, Schonach

Una tappa imperdibile quella della Foresta Nera, una destinazione che sa di Romanticismo e che vi riporterà alle atmosfere dello Sturm und Drang.

Base strategica è la splendida cittadina di Friburgo in Brisgovia, un vivace centro universitario con una storia millenaria alle spalle, un mercato che si organizza ogni giorno all’ombra dell’antica cattedrale e i tipici bachle ai lati delle strade del centro ancora rivestite con i ciottoli originali del Reno.

A proposito di Romanticismo, nel cuore della Foresta Nera c’è la cittadina di Oppenau dove sono ancora visitabili le rovine dell’antica Allerheiligen, un’antica abbazia abbandonata che era tanto amata dagli artisti del passato. Ci si sente come in un quadro di C.D. Friedrich, di una bellezza decadente che affascina e quasi commuove.

Tra le tante tappe che la Foresta Nera offre (anche culinarie, soprattutto per assaggiare la Torta Foresta Nera che è tipica di queste parti), segnalo Schonach per vedere l’orologio a cucù più grande del mondo.
Questi oggetti sono stati inventati proprio in questa zona, quindi è facile immaginare quante mostre, musei e negozietti siano dedicati al tema. Ad ogni scoccare delle ore, questo orologione si anima e sembra prendere vita. Una tappa interessante se si è in viaggio con bambini.

20150825_173850_HDR

Conoscete bene la Germania? Quali altre località inserireste?