In Streaming: Tre Show Su Netflix e Prime Per Viaggiare Da Casa

In questo periodo di incertezza generale e di sfilacciamento sociale, con i contagi da Covid-19 che continuano a crescere e a preoccupare e regioni che cambiano colore come cartine al tornasole, noi, come tanti altri, stiamo davvero dando fondo a tutta la pazienza di cui siamo capaci inventandoci nuovi modi per stare in casa senza annoiarci troppo e, soprattutto, cercando di domare quella voglia di viaggiare che si sta facendo scalpitante. Dopo aver condiviso con voi gli aspetti positivi che ho imparato ad apprezzare durante la pandemia e i libri di viaggio che mi hanno aiutato con la fantasia in questo momento difficile, oggi vi parlo di tre show in onda su Netflix e Amazon Prime Video, secondo noi splendidi a livello di racconto e fotografia, che vi faranno viaggiare da casa.

The Grand Tour

Per anni sulla BBC è andata in onda Top Gear, una trasmissione condotta fino al 2015 dal trio Jeremy Clarkson, Richard Hammond e James May. Il programma parlava (e parla tutt’ora, ma con altri presentatori, tra i quali Matt Leblanc, il Joey di FRIENDS) di macchine e motori, in chiave scanzonata e umoristica, inserendo gare di corsa su pista che spesso coinvolgono ospiti famosi, recensioni e schede tecniche di auto lussuose. Con lo scadere del contratto con la BBC, il simpatico trio si è trasferito su piattaforma Amazon Prime Video con la stessa formula dal titolo The Grand Tour, ma con l’idea di creare un set itinerante che cambiava di puntata in puntata. Visti i costi troppo elevati, ormai lo show manda in onda solo degli speciali che hanno tutto l’aspetto di report di viaggio nelle zone più disparate del mondo, vere e proprie avventure che coinvolgono i protagonisti nelle missioni più improbabili.

Su Prime tra gli episodi speciali più recenti si trovano The Grand Tour: Seaman, che è ambientato tra Cambogia e Delta del Mekong in Vietnam e The Grand Tour: A Massive Hunt, una caccia al tesoro dei pirati tra Isola di Réunion e Madagascar, ma ci sono anche gli episodi delle passate edizioni, girati tra il 2016 e il 2018 tra Colombia, Mongolia, Namibia e Mozambico. Io li trovo tutti originalissimi e poi ho un debole per l’accento british dei protagonisti.

Immagine Google

James May: Our Man in Japan

In onda su Amazon Prime Video, Our Man in Japan è una specie di spin-off di The Grand Tour e consiste in sei episodi che scorrono piacevoli e che hanno come host non più il trio di cui sopra, ma solo James May. Stavolta Captain Slow (questo il suo soprannome) non testerà automobili, ma in veste di guida vi accompagnerà per un viaggio straordinario per il Giappone, partendo dal gelido nord per arrivare al mite sud. Lo scopo del programma non è semplicemente visitare i posti turistici per poi dire “che bello!” o “che stranezza!”.

Lo scopo è scoprire l’essenza del Giappone e dell’essere giapponesi perché probabilmente il Giappone è il posto in assoluto più diverso dalla realtà in cui può vivere un europeo, o almeno, questo è il nostro pensiero: quando siamo stati in Giappone nel 2013 abbiamo avuto la sensazione che tutto fosse vagamente alieno, sorprendente e vagamente disorientante. Lo stile del racconto è quello alla mano tipico di May, ironico, che sembra non prendersi troppo sul serio, ma tutt’altro che privo di contenuti. Il nostro eroe si troverà a partecipare a una yukigassen, a guidare un gigantesco robot in stile Gundam, a comporre haiku giapponesi. Si parla di una nuova stagione, ma nell’attesa sto riguardando la prima perchè il Giappone non basta mai.

Immagine Google

Street Food: Asia e Street Food: America Latina

Una docuserie eccezionale in onda in due stagioni su Netflix, la prima dedicata allo street food asiatico, la seconda a quello latino americano. Lo stile mescola storie di cibo e di vita quotidiana di gente che si guadagna il pane preparando lo stesso piatto da 40, 50, 60 anni, senza aver mai frequentato una scuola di cucina, seguendo semplicemente l’istinto e gli esempi di chi è venuto prima. Sono storie intime, di tradizione familiare, di rivalsa personale, dove il cibo di strada è il comune denominatore, simbolo di identità di un popolo o di una Nazione. Non potrete che restare affascinati dai racconti di Jay Fai, che dal suo banchetto nel mercato di Bangkok si è guadagnata una stella Michelin con la sua omelette ai granchi o dalla storia di uno chef di Osaka che tra una barzelletta e una battuta prepara okonomiyaki da anni nascondendo dietro una apparente allegria un passato di violenze domestiche. La formula è la stessa per l’America Latina, un viaggio attraverso il cibo e la gente partendo dall’Argentina fino ad arrivare alla Colombia, storie le cui protagoniste sono spesso donne forti e coraggiose che si sono davvero dovute inventare un lavoro dal niente solo per mantenere un figlio o l’indipendenza. E’ il caso di Luz Dary e le altre donne del mercato La Perseverancia di Bogotà, che si sono reiventate piatti tipici come le arepas dando nuovi stimoli alla cucina locale, o Doña Emi che insieme alle altre cholitas ancora lotta per essere riconosciuta a La Paz tra un buñuelo e un altro. Se siete amanti dello street food, dei mercati e, soprattutto, se anche secondo voi la cultura di un popolo e di un Paese passa anche attraverso i piatti locali di tutti i giorni, questo è lo show per voi.

Immagine Google

Voi cosa state guardando in questo periodo? Avete qualche titolo da consigliarci tra serie tv e film?

NB: Immagine copertina by Unsplash

Pubblicato da

Vivo a Roma, sono farmacista e ho 41 anni. Un bimbo, tre gatti e una reflex da cui non mi separo mai. In viaggio con Vale dal 2004, mi piace pensare che si possa viaggiare anche solo con un buon libro, un film, una canzone. Il blog nasce per la passione di scrivere, fotografare e condividere le nostre esperienze di viaggio in giro per l'Italia e nel mondo. Sono una blogger atipica, molto poco social e detesto apparire in foto. Sogno il Sud America, ma poi con il cuore torno sempre a Parigi.

10 pensieri riguardo “In Streaming: Tre Show Su Netflix e Prime Per Viaggiare Da Casa

  1. Grazie dei consigli… cercherò!
    Io…attualmente, se riesco a vedere un quarto d’ora di Masterchef prima di dover cantare, cambiare un pannolino o agitare sonaglini, è già tanto! 🙂

    "Mi piace"

  2. Mi picchi se confesso di non aver visto The Grand Tour? Ho fatto l’abbonamento a Prime Video per sbaglio (pensa te) e finora ho visto un paio di serie e qualche vecchio film. L’ultima è The Wilders le ragazzine che naufragano su quell’isola deserta che non è deserta… una specie di Lost in salsa millennials 😛 Se nei primi minuti ti viene voglia di picchiarle, poi si fa leggermente più intrigante perché ogni puntata è un backstage sulla personalità di ognuna. E alla fine scopri che chi vorresti picchiare non sono le ragazzette, ma la tizia che le ha fatte naufragare per finta con lo scopo di condurre un esperimento sociologico sul girl power. Vabbe’ W lo spoiler… senza che te lo vedi mo’ 😀 😀 😀 Invece le docuserie Street Food non le conoscevo, il cibo è sempre un ottimo spunto per viaggiare, anche se via cavo 😉 Mi hai messo tanta curiosità sull’ironia di May… cosa che col mondo giappo ci “azzecca” alla grande!

    "Mi piace"

    1. Non potrei mai picchiarti, Orsa del mio cuore…😍
      The Grand Tour secondo me è interessante per le destinazioni che vengono esplorate e raccontate in maniera non banale e con quell’umorismo all’inglese che personalmente adoro. May dei tre è il mio preferito e non pensavo fosse un così profondo conoscitore del Giappone. In effetti, hai ragione tu, questo ruolo in terra giappo gli calza a pennello forse proprio grazie alla sua ironia. Street Food Asia e America Latina sono dei piccoli capolavori. Per alcune storie mi sono perfino commossa. Bellissimo.

      "Mi piace"

  3. La voglia di viaggiare sta crescendo di giorno in giorno e anche l’insofferenza per non poterlo fare; però non riesco a guardare film sui viaggi perchè mi deprimo ancora di più!

    "Mi piace"

  4. Mi sono segnata tutto diligentemente per correre alla scoperta del mondo con il telecomando. Ho guardato tantissime serie tv e in questo periodo ne sono un po’ stanca e mi sto dedicando alla lettura. Ma chicche simili vanno colte al volo. Accendo la tv…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...